Radiofreccia compie 5 anni, e ha una sorpresa per voi

radiofreccia

In questi giorni Radiofreccia compie cinque anni. Per l'occasione, presenta una campagna multisoggetto programmata in radiovisione a partire dal 26 Ottobre.

Un nuovo compleanno all’insegna di una crescita perseguita al ritmo più appassionante: quello del rock. Ecco perché Radiofreccia è la partner perfetta per il programma True Lies, in cui raccontiamo le storie più assurde sulle leggende del rock.

Da cinque anni Radiofreccia rappresenta un progetto editoriale libero e sperimentale, ispirato alla programmazione delle prime radio americane dove i disc jockey erano anche registi dei propri programmi.

Radiofreccia nasce dalla passione per il Rock: speaker giovani e consolidati professionisti si alternano in onda esprimendosi su temi mai preimpostati, inseguendo il flusso senza limiti della propria libertà.

Una community di oltre un milione di ascoltatori che ha suggellato un vero e proprio patto di affinità, fondato sulla diffusione di una cultura del rock, veicolata in modo moderno e avvincente.

“Siamo molto felici dei risultati raggiunti in questi cinque anni di Radiofreccia, vissuti con una passione rimasta intatta sin dal primo giorno. Per noi è un traguardo importante, ma anche un punto di partenza per continuare a dare il massimo e raccontare la cultura rock a tutti, anche alle nuove generazioni che la scoprono giorno dopo giorno ”ha detto Daniele Suraci, Responsabile Editoriale di Radiofreccia.  

Radiofreccia presenta una campagna multisoggetto: di cosa si tratta?

I quattro soggetti, in radiovisione dal 26 ottobre, lavorano sull’identità del brand e sui suoi valori fondanti e rappresentano un invito a vivere con coraggio, scoccando la freccia delle proprie emozioni e ricollegandosi ad una libertà radicale attraverso il potere del rock.

La creatività è stata curata dall’agenzia Serviceplan Italia e da Le Dictateur Studio con la direzione creativa esecutiva di Stefania Siani e Federico Pepe.  Direttore della comunicazione è Marta Suraci.

Ecco il primo!

You May Also Like