Stephen Stills: le mie storie su Keith Moon, Jimmy Page, Jimi Hendrix e molti altri

stephen stills
Eva Rinaldi from Sydney, Australia – Stills Uploaded by tm via WikiCommons

Intervistato da Classic Rock UK nel 2007, Stephen Stills ricordò le prime volte in cui incontrò alcuni tra i massimi esponenti del rock degli anni d'oro. 

Per oltre mezzo secolo, Stephen Stills è stato un simbolo del rock americano. La sua carriera ha regalato al pubblico alcune pietre miliari della musica contemporanea, dopo essere emerso coi Buffalo Springfield di Neil Young e, successivamente, aver raggiunto il successo internazionale coi Crosby, Stills & Nash. Di seguito, riportiamo le dichiarazioni dell'artista riguardo gli incontri più significativi avuti con altri colleghi in carriera. 

Eric Clapton, Crossroads Festival, Classic Rock, Stone Music,

Eric Clapton 

"Lo vidi al funerale di Ahmet Ertegun. Guardava Crosby con grande disgusto. Credo sia difficile vedere Eric Clapton come un classico bulldog inglese, ma lo è dopo tutto. Lui è un grande. Una volta, gli diedi una chitarra per suonare in una sessione, una Martin F Series davvero bella, convertita in acustica. Gli piacque molto"

Bob Dylan 

"Molte persone rimangono senza parole. Io l'ho preso in giro fino alla morte. Ha un grande senso dell'umorismo e siamo sempre andati d'accordo. Dio sa quanto ha fatto per il songwriting di ognuno di noi. Mi piace molto, sono un fan"

Mick Jagger

"Mick è posseduto, è come vedere qualcuno due anni più vecchio di me correre a falcate. Lo trovo davvero fastidioso. L'ho visto alla cerimonia per Ahmet ed era affascinante come sempre. Una volta ho suonato con gli Stones, ad Amsterdam nel 1970. Spero abbiano ancora quei nastri, perché fu una performance strepitosa. Conosci quel vecchio detto, i musicisti blues suonano 3 note per 10000 persone i musicisti jazz 1000 note per 3 persone". 

Neil Young

"Che cosa posso dire? Neil è mio fratello. Nonostante tutti gli attriti avuti negli anni, non posso non amarlo. Sa cosa vuole ogni volta. Lo trovo ossessivo compulsivo a volte, insiste nell'avere le cose nel modo in cui le ascolta. Ha manie del controllo, ma è ok. Sono le cose che guidano le persone verso il successo quando hanno un minimo di talento. Io sono quello pigro della coppia. Ci sono un po' di fonici che mettono la cosa in discussione, ma ultimamente sono solo un vecchio cane pigro"

Jimmy Page

"Eravamo vicini a fondare una band una volta, ma fu giusto per un minuto, prima dei Firm. Jimmy è una persona dolce. Suonò su RIGHT BY YOU, nel 1984 e fu molto gentile. Abbiamo trascorso molti momenti insieme, una volta siamo andati su e giù per il Tamigi. Credo fosse il modo di conoscere nuove donne, ma eravamo uomini di mezza età al tempo, la cosa non avrebbe funzionato!"

Keith Moon 

"Siamo usciti un paio di volte insieme con Ringo Starr. Abbastanza pericoloso, specie quando andammo a vedere Peter Cook e Dudley Moore. Credevo che Keith fosse un batterista meraviglioso, è davvero triste come sia finito. Non credo che si rendesse conto di ciò che lo stesse distruggendo, ma sapeva di essere il tipo che avrebbe parcheggiato una Rolls in una piscina. Andai in Europa con Ahmet, che mi portò nei migliori hotel e mi introdusse ai concierge. Ero molto educato, tranne in tarda notte. Poi tutti questi ragazzi arrivarono e cominciarono a comportarsi come tifosi di calcio. Non sono mai stato parte della rivolta al Continental. Con la mia band, in realtà, se distruggi una camera, paghi 1000 dollari più di quanto essa costi e la seconda volta vieni cacciato fuori"

Jimi Hendrix 

"Io e Jimi trascorremmo molto tempo insieme perché ero il solo americano con cui potesse parlare in UK. Veniva a chiacchierare con me e Dan Campbell per smorzare la tensione. Lui e Neil mi insegnarono a suonare la chitarra solista. Io e Jimi ci avvicinammo da subito. Non lo incontrai a Monterey, ma mi presentai al resto della band. Andavamo nei club e se la sezione ritmica era buona, ci aggregavamo. Suonavo il basso nella famigerata guitar battle con Johnny Winter. Il volume era altissimo e il soffitto basso. Sentire era impossibile, ma lui si rese conto che stessi suonando un quarto di tono più alto. Mi correggeva spesso. Era dolcissimo, un vero tesoro. A volte era intimidito dal successo, ma allo stesso tempo non lo era. Prendeva tutto ciò che gli davano, quindi le cose divennero pericolose. Jimi era modesto, sapeva cosa faceva"

Ringo Starr

"Che amore! Tutti in Regno Unito conoscono Richie e sono felice di far parte di questa cerchia di persone. Non lo vedo da un po'. L'uno deve all'altro un incontro. Era sempre disposto a venire a suonare. Quando sono andato a fargli visita la prima volta, lui viveva ad Hampstead, fu la prima volta in cui ebbe impatto su di me, poi finii per comprare la casa che lui acquistò da Peter Sellers"

David Crosby e Graham Nash 

"Ci sono così tante cose da dire su David, belle e brutte. Dirò solo che il tipo è geniale e che abbiamo avuta una lunga e proficua carriera insieme"

"Graham è l'unico del trio a non aver sviluppato un serio deficit dell'attenzione. Lui è sempre concentrato e ricorda tutto. Dio lo benedica. Se tra noi tre c'è qualcuno con un cervello, quello è lui"

You May Also Like