I 10 migliori brani più lunghi di 9 minuti

L'esplosione della bolla pop ha portato alla convenzione che le tracce di maggior successo non debbano superare i 3/4 minuti di durata. I geni della musica, però, non si sono mai fermati davanti ai costrutti.

La musica sperimentale permette agli artisti più creativi di dare libero sfogo alla propria vera identità, presentandosi come una tela bianca su cui riversare tutti i colori di cui il loro spettro compositivo si compone. Tra esercizi di stile e composizioni estreme, trovano spazio hit assolute che hanno sfidato i costrutti e messo a dura prova le stazioni radio, con una durata ben più estesa di quella dettata dai canoni della cultura pop. Sono innumerevoli gli artisti che, in nome della musica, hanno rilasciato tracce ad elevato minutaggio. Di seguito, elenchiamo alcune delle migliori. 

Bob Dylan - Desolation Row 

Con ben 11 minuti e 20 secondi, Bob Dylan apre la classifica delle migliori canzoni più lunghe di 9 minuti. L'amato cantautore non è mai stato estraneo a composizioni dalla durata estensiva, lo dimostra la sua ultima release, Murder Most Foul, con 16 minuti e 54 secondi di riproduzione. Desolation Row fu il brano pop più lungo di sempre fino all'uscita di Goin'Home dei Rolling Stones della durata di 11 minuti e 35

Julian Cope - The Tower 

Uno sperimentalista istrionico che, dopo aver separato il suo percorso da quello dei Teardrop Explodes, nel 1983, espresse l'aspetto più lisergico ed eccentrico della sua personalità artistica in The Tower

Pink Floyd - Shine On You Crazy Diamond 

Di poco oltre i 26 minuti di durata. I Pink Floyd non hanno mai fatto segreto della loro propensione a tracce di lunga durata, ma Shine On ne rappresenta l'epitome. Ipnotica e sognante, Shine On You Crazy Diamond accompagna l'ascoltatore lungo un viaggio extrasensoriale profondamente immersivo. 

The Velvet Underground - Sister Ray 

WHITE LIGHT/WHITE HEAT fu una release oscura, dai tratti ricolmi di depravazione. Liberi dai dettami creativi di Andy Warhol, i membri della band ebbero modo di affrontare tematiche delicate in maniera brutale. Con i suoi 17 minuti e 29 secondi, la traccia in oggetto rappresenta un picco di delirante perversione al sapore di sangue. 

The Stone Roses - Fools Gold 

Debuttarono nel 1989 con un album di grande successo, ricco di hit intramontabili. Il disco si chiude con Fools Gold, un brano meravigliosamente sagace, rimasto impresso nell'immaginario collettivo. 

The Doors - The End 

Chiude il primo album dei Doors con i suoi 11 minuti e 43 di durata. L'organo da brividi traina la traccia verso una chitarra solista blues particolarmente ispirata. 

Jimi Hendrix - Voodoo Chile 

Era l'ottobre del 1968 quando Jimi Hendrix rilasciò il suo terzo ed ultimo album: ELECTRIC LADYLAND. Mostrò il chitarrista al suo picco creativo: un prodigio della sei corde ed un innovatore assoluto. Era il disco di Voodoo Chile, un'epica blues da 15 minuti nata come jam live dedicata a Muddy Waters e intitolata Catfish Blues

Led Zeppelin - Achilles Last Stand 

Nel 1976, i Led Zeppelin rilasciarono PRESENCE, un album più sommesso rispetto al suo predecessore, eppure uno dei momenti in cui i Led Zeppelin si mostrarono con maggiore sincerità. Achilles Last Stand è il principale highlight nel disco, con i suoi 10.53 minuti in cui la ritmica cruda e la solennità di Robert Plant catturano completamente l'ascoltatore. 

Spiritualized - Cop Shoot Cop 

Tratto da LADIES AND GENTLEMENT WE ARE FLOATING IN SPACE, un album che spazia con grande equilibrio tra tutti i sottogeneri del rock, questo brano da 17 minuti e 14 secondi si basa su un blues lento per poi spostarsi sulle sponde di una psichedelia serrata spinta da forze mistiche verso gli orizzonti più sperimentali del genere. 

David Bowie - Station To Station 

La traccia è contenuta nel disco omonimo che introdusse il Thin White Duke al pubblico. Apre l'album costruendo scenari desolanti con un crescendo languido, fino ad esplodere in una moltitudine di colori variegatissima. 

You May Also Like