Classic Rock Italia è in edicola: scopri i protagonisti!

Classic Rock 113 copertina

Classic Rock Italia torna in edicola e sul nostro store online con una cover story dedicata a Freddie Mercury e ai Queen!

Acquista subito la tua copia!

Cominciamo la rassegna dell'ultimo numero di Classic Rock con una cover story nostalgica, dedicata a Brian May e ai Queen post Freddie. Ormai, possiamo affermare con certezza che sia stata vinta la più improbabile delle scommesse: sopravvivere alla scomparsa di Freddie Mercury.

Ma le prime pagine di Classic Rock Italia aprono le porte sul giugno del 1973, quando una fotografa italiana documentò la prima Conferenza Internazionale Femminista, e si trovò di fronte due attivisti molto speciali: John Lennon & Yoko Ono. Quasi cinquant'anni dopo, da un archivio saltano fuori le foto di quell'evento. Mai viste.

John Lennon e Yoko Ono in una delle fotografie scattate nel giugno 1973 da Agnese De Donato, in occasione della Prima Conferenza Internazionale Femminista.
John Lennon e Yoko Ono in una delle fotografie scattate nel giugno 1973 da Agnese De Donato, in occasione della Prima Conferenza Internazionale Femminista.

Continuiamo con la nuova avventura di Alex Lifeson, Envy of None, tutta da godere mentre aspettiamo di sapere se la rinnovata partnership con Geddy Lee porterà a nuova musica dei Rush, morti con Neil Peart.

Ci imbarchiamo poi nel viaggio musicale e spirituale ispirato all'Inferno dantesco, Bjorn Riis, con cui il leader degli Airbag ci porta in una metafora molto personale, che può essere letta anche come simbolo dei tempi che ci tocca vivere. 

Foto di Jason Joyce
Foto di Jason Joyce

E poi grandi ritorni: quello dei Thunder, che dopo due anni di stop forzato ai concerti tornano alla carica pretendendo il massimo da ogni disco, pubblicando addirittura un doppio; e quello dei Def Leppard, che sfornano il primo album originale in sette anni, un vero e proprio omaggio a Queen, Who, T.Rex, Bowie, Beatles, Stones, Beach Boys: parliamo di DIAMOND STAR HALOS.

Torniamo poi al 1970, quando tra maggio e ottobre George Harrison convocò il Who's Who del rock per registrare ALL THINGS MUST PASS, un disco destinato a passare alla storia come il suo capolavoro. Vi raccontiamo come lo ricorda chi era in studio con lui.

E sempre agli anni '70 ci riporta EXILE ON MAIN ST., tra una villa favolosa, fiumi di droga, violenza a gogò, un matrimonio che incrina un'amicizia e la polizia alle calcagna. Sembra un film, o la loro fine: è il capolavoro dei Rolling Stones.

George Harrison posa per Barry Feinstein: da questi scatti nascerà una delle copertine più iconiche del rock
George Harrison posa per Barry Feinstein: da questi scatti nascerà una delle copertine più iconiche del rock

Poi, una grande band che rifiuta di passare il testimone: gli Scorpions festeggiano il loro 50esimo di carriera e ci hanno regalato il loro diciannovesimo disco in studio (a più di 10 anni dal loro tour di addio).

Chiudiamo con il nostro tributo a Meat Loaf: a meno di un anno dalla scomparsa del suo compagno d’arte Jim
Steinman, Marvin Lee Aday se n’è andato lo scorso 20 gennaio. Per oltre
quarant’anni, è stato una delle figure più affascinanti, debordanti e
tenaci dell’universo rock and roll.

Non mancano infine le rubriche di Classic Rock: novità e anticipazioni sui 50 anni del Festival Pop di villa Pamphili e la scoperta dei C'mon Tigre su Dirt, la dichiarazione d'amore all'Italia di Hufo Race e il disco solista di Ann Wilson (per rispondere per le rime a sua sorella), Hard Stuff, Opinioni e Soundtrack of My Life.

You May Also Like