UNKNOWN PLEASURES: l’edizione imperdibile

Un’edizione speciale per celebrare UNKNOWN PLEASURES dei Joy Division: ecco la nostra recensione

UNKNOWN PLEASURES dei Joy Division ha compiuto quarant’anni e, per festeggiare questo importante anniversario, è stata ripubblicata dalla Warner Music un’edizione speciale in vinile 180 grammi rossa. L’ edizione è limitata e con una copertina totalmente nuova, ispirata a quella originale ma con uno sfondo bianco anziché nero, rispetto a quella che abbiamo visto fino a oggi.

Un disco dal suono grezzo e scarno ma in grado di affondare il coltello nella piaga grazie alla drammaticità delle liriche di Ian Curtis, esile poeta dalla voce tremante e dal vestito nero che riesce a far indossare elegantemente ai suo brani.

La musica dei Joy Division è una fucina di dolore, rabbia e pericolosa bellezza mascherata in vertiginosa poesia. L’espressività di Curtis era in contrasto perfetto con il suono crudo della band e risultava complementare alla sua voce. Un disco che merita di essere ascoltato, rispolverato e rimesso sul piatto del giradischi. Nel rispetto della poetica nervosa del compianto Curtis che nessuno di noi ha mai dimenticato.

Commenta Via Facebook

You May Also Like