Five Finger Death Punch: ecco F8, il nuovo album

Dopo il sold out del tour europeo, i Five Finger Death Punch tornano con F8, il nuovo album, ora disponibile.

Terza band al mondo nella scena musicale hard rock per vendite e stream, preceduta solo dai Metallica e dagli AC/DC. I Five Finger Death Punch sono tornati con un nuovo album, prodotto da nientemeno che Kevin Churko – produttore, tra gli altri, di Ozzy Osbourne, Papa Roach, e i Disturbed.

F8 è uscito soltanto lo scorso 28 febbraio ma è già stato definito da molti come il migliore album del gruppo, che ha alle spalle altri 7 progetti in studio.

Il disco contiene un totale di 16 tracce – 13 + 3 bonus tracks – che rappresentano per il gruppo una vera e propria rinascita (o un ritorno alle origini!), riportando finalmente l'ascoltatore alle sonorità dei primi album.

Non mancano alcune tracce fortemente personali e introspettive che si riferiscono alla delicata situazione del frontman Ivan Moody, che da anni lotta con problemi di dipendenza e alcolismo. In particolare ci riferiamo a Inside Out, primo singolo promozionale, Living The Dream To Be Alone, oltre che a tracce più delicate come Darkness Settles In

Come suggerito dal titolo, F8 (da leggere come faith, fede, fiducia) ha una forte componente spirituale. Non è infatti casuale la presenza di tracce riguardanti temi così delicati come la dipendenza e la riabilitazione, in un album che vuole rappresentare una sorta di redenzione per il cantante.

Sempre da questo punto di vista, indicativa è la traccia A Little Bit Off, dove vengono trattate le tematiche del dolore e della morte dal punto di vista della perdita di una persona cara. Questo parrebbe un riferimento ai colleghi e agli amici la cui scomparsa ha creato un grande vuoto nel mondo della musica negli ultimi anni: in particolare ricordiamo Chester Bennington (Linkin Park) e Chris Cornell (Soundgarden e Audioslave).

Un album, F8, destinato ad alzare l'asticella della qualità degli album rock/metal del 2020. Assolutamente da ascoltare e da non sottovalutare.

Commenta Via Facebook

You May Also Like