Ed O’Brien dei Radiohead: “Non pensavo di essere in grado di cantare”

Tutti lo conoscono come il chitarrista dei Radiohead. Ma attenzione: questo mese è in arrivo il suo primo album da solista.

Una carriera piena di soddisfazioni e riconoscimenti, quella di Ed O'Brien: nel 2010 il chitarrista si è aggiudicato il 59° posto nella classifica di «Rolling Stone» come migliore chitarrista di tutti i tempi, il che non è affatto cosa da poco, basti pensare che nella stessa classifica si trovano nomi del calibro di Kurt Cobain, John Frusciante, Brian May e Joan Jett, solo per citarne alcuni.

Ma non finisce qui per l'artista britannico che, assieme agli altri membri dei Radiohead, nel 2019 è stato inserito nella Rock and Roll Hall of Fame, il famoso museo di Cleveland (Ohio) che documenta la storia del rock e i propri fautori.

Ed si avvicina alla musica quando è ancora un ragazzino, trova in lei un conforto e un aiuto nel superare un momento difficile della propria infanzia, ovvero, la separazione dei genitori. 

Ma la vera iniziazione come artista fu quando conobbe Thom Yorke, futuro cantante dei Radiohead, durante una recita scolastica. Da quel momento, per entrambi la musica divenne molto più di un passatempo: nel 1985, i due, assieme al batterista Philip Selway, al bassista Colin Greenwood e al polistrumentista e fratello di Colin, Jonny Greenwood, formarono gli On a Friday (il cui nome faceva riferimento al giorno della settimana nel quale si ritrovavano di solito per provare). Il nome della band divenne presto quello che tutti conosciamo, Radiohead, quando, nel 1991 i cinque artisti firmarono un contratto con la casa discografica britannica EMI

Il resto è storia: con nove album in studio all'attivo, i Radiohead continuano ancora oggi a riempire i palchi di tutto il mondo con la loro musica. 

O'Brien ha poi deciso di sviluppare anche un altro progetto parallelo a quello già vincente dei Radiohead, cioè il suo primo album da solista, da pubblicare sotto lo pseudonimo di EOB. Già il 4 ottobre dello scorso anno, O'Brien ha pubblicato la sua prima traccia da solista, una composizione ambient dal nome Santa Teresa.

Il primo album, EARTH, è invece in lavorazione dal 2017 e l'uscita è prevista fra pochissimo, il 17 aprile 2020. L'ispirazione per questo primo lavoro è sopraggiunta a O'Brien mentre si trovava in Brasile ad assistere al Carnevale, un momento che, musicalmente, l'ha ispirato moltissimo. Sono già stati pubblicati i primi tre singoli estratti dall'album: Brasil, Shangri-La e Olympik

O'Brien aveva inizialmente pensato di proporre al cantante dei Radiohead, Thom York, di prestargli la sua voce anche per questo nuovo progetto. Poi, contento dei risultati ottenuti nelle prime demo registrate con la propria voce, O'Brien ha deciso di cantare da solo i propri pezzi. Come lui stesso ha affermato, gli ci è voluta una grossa dose di coraggio per convincersi di essere in grado di cantare.

Non pensavo di cantarle [le mie canzoni], sono completamente fuori dalla mia comfort zone. 

Per promuovere l'imminente uscita dell'album, O'Brien ha dato il via, lo scorso febbraio, a un tour che comprendeva tappe negli Stati Uniti e in Canada mentre un altro tour ancora più in grande è previsto nei prossimi mesi. Inoltre, già dal mese scorso è partita una serie di interviste promozionali in vista della pubblicazione di EARTH ma, proprio durante una di queste interviste, O'Brien ha iniziato a sentirsi poco bene e si è ritirato per un po' dalle scene per guarire da quella che ha sostenuto essere una sospetta infezione da Coronavirus.

Nell'attesa del nuovo album e con un augurio di pronta guarigione a Ed, vi lasciamo qui il trailer di EARTH nel quale l'artista spiega la genesi dell'album

Commenta Via Facebook

You May Also Like