Quella canzone di Bob Dylan ispirata a Marlene Dietrich

marlene dietrich

28 anni fa ci lasciava Marlene Dietrich, stella del cinema, cantante e musa ispiratrice di molti artisti, tra cui Bob Dylan. 

Marlene Dietrich fu indubbiamente una grandissima diva che segnò profondamente la storia del cinema del 900, cambiandolo in maniera irreversibile. Il suo incredibile fascino fece sì che la Dietrich diventasse la musa di molti artisti e non solo nell'ambito dell'industria cinematografica. 

I tributi in suo onore furono innumerevoli anche in campo musicale: i Marlene Kuntz, per esempio, si sono ispirati proprio a lei per scegliere il nome della band. Il suo nome viene citato anche in uno dei pezzi più celebri di Francesco De Gregori, Alice, e in uno di Milva ma scritto da Battiato, Alexander Platz

Ma c'è un artista in particolare che sembra essere stato ispirato dalla Dietrich nella stesura di una canzone intera. Sembra che la diva tedesca sia stata la musa di Bob Dylan nella composizione di Forever Young, uno dei brani più famosi e "coverizzati" del cantautore. 

Il pezzo venne pubblicato per la prima volta in PLANET WAVES, album del 1974. Molte interpretazioni vedono il primo figlio di Dylan, Jakob, come protagonista e destinatario del brano, ma nell'ascoltare la canzone molti hanno immediatamente pensato alla Dietrich, in particolare per i punti in cui il cantautore fa riferimento al rimanere giovani per sempre, come se la bellezza della Dietrich potesse diventare immortale.

La Dietrich aveva dimostrato il suo apprezzamento nei confronti della musica di Dylan cantando, nel 1963, una cover di Blowin' in the Wind, il pezzo pacifista del cantautore che incontrava perfettamente il pensiero antimilitarista della cantante.

Commenta Via Facebook

You May Also Like