L’album di Crosby, Stills & Nash che li portò a Woodstock

Il successo del loro album di debutto porterà Crosby, Stills, Nash e, più avanti, Young ad accelerare la propria ascesa. Ma cosa li ha portati a Woodstock? 

Quando, il 29 maggio del 1969, venne pubblicato il loro album d'esordio, Crosby, Stills e Nash probabilmente non avevano idea di cosa li avrebbe aspettati di lì a pochi mesi. 

All'uscita dell'album, il trio era stato formato da circa un anno, ovvero dopo una fortuita esibizione che aveva messo in luce come le voci dei tre artisti creassero armonie ben riuscite, le stesse armonie per le quali verrano riconosciuti dal pubblico una volta raggiunta la fama. Era il luglio del 1968 quando la band venne ufficialmente creata, prendendo il nome dei propri tre componenti: i cantautori statunitensi David Crosby e Stephen Stills e il britannico Graham Nash.

Tutti e tre avevano alle spalle esperienze in diverse importanti band: Crosby aveva appena concluso il suo percorso con i Byrds per via di diverse diatribe interne al gruppo; i Buffalo Springfield, nei quali Stills militava, si erano appena divisi e, per finire, Nash aveva da poco lasciato la sua band, i The Hollies

Così, in seguito a quella fortunata prima performance, i tre ottennero un contratto e dal febbraio al marzo del 1969 lavorarono instancabilmente in studio di registrazione per produrre il loro primo album, appunto, CROSBY, STILLS & NASH, che si rivelerà un primo lavoro decisamente ben accolto, dal pubblico e dalla critica, che riterrà eccezionale sia la stesura dei testi che le armonie create nei brani. 

Dall'album vennero estratti alcuni singoli poi divenuti delle vere e proprie hit, come Suite: Judy Blue Eyes, scritta da Stills in ricordo del suo amore per la sua allora fidanzata e cantautrice Judy Collins, un componimento particolare che imita, nella struttura, la suite di musica classica. Ecco il brano nella versione remastered del 2005. 

Visto il successo dell'album, il trio prese con sé diversi musicisti che potessero aiutarli durante l'imminente tour promozionale. Oltre al batterista Dallas Taylor e al bassista Greg Reeves, entrambi assunti come turnisti, i tre inserirono nel proprio organico anche il tastieristaex membro dei Buffalo Springfield e collega di Stills, Neil Young. Così, il trio divenne un quartetto e cambiò nome in Crosby, Stills, Nash & Young (abbreviato CSNY).  

Il 16 agosto del 1969, a Chicago, si tenne il loro primo concerto live in assoluto e, qualche ora più tardi, i quattro avrebbero calcato quello che sarebbe diventato un palco fra i più importanti della storia della musica: quello di Woodstock. Questo, però, i quattro artisti non potevano ancora immaginarlo. In effetti, si racconta che gli artisti non sapessero nemmeno bene dove si sarebbe tenuto questo enorme festival al quale erano invitati.

Una volta saliti sul palco alle tre del mattino di lunedì 18 agosto 1969, la band si trovò di fronte a una folla immensa che non si aspettavano di trovare e, nonostante la paura di sbagliare dato che suonavano insieme da così poco, tennero il palco per circa un'ora presentando alcuni dei brani contenuti nel loro primo album.

Fu di certo un'esperienza unica per la band, che ebbe così la strada spianata verso il successo e che, da qual momento in poi, poté vantare nel proprio curriculum una partecipazione così importante a un evento che fu una svolta epocale in ambito musicale. 

Commenta Via Facebook

You May Also Like