Lutto nella musica: è morto il pianista jazz Keith Tippett, suonò con i King Crimson

Ci ha lasciati a 72 anni Keith Tippett, icona del jazz-rock inglese, tastierista e compositore. Il ricordo della redazione:

La notizia della sua scomparsa è stata pubblicata sulla pagina Facebook ufficiale del musicista:

Keith, uno spirito dolce amorevole, vivace, incredibile, ora riposa in pace. Le più sentite condoglianze alla sua famiglia e ai suoi cari.

Nato a Bristol il 25 agosto 1947, a vent'anni formò un sestetto che comprendeva Elton Dean al sassofono, Mark Charig alla tromba e Nick Evans al trombone. Il gruppo trovò un duraturo ingaggio al famoso locale 100 Club di Londra, che permise a Tippett di mettersi in luce e di pubblicare per la Vertigo Records un album nel 1970 ed uno nel 1971.

Divenuto protagonista (spesso con la moglie Julie Driscoll, incredibile soprano) della scena avantgarde inglese, formò nel 1970 la big band Centipede, che riunì insieme diverse generazioni di musicisti jazz e rock britannici.

Proprio la passione per il jazz, il rock e l'abilità nell'improvvisazione consentirono a Tippett di pubblicare, in cinquant'anni di carriera, oltre cinquanta dischi e di stringere numerose collaborazioni: in particolare con Elton Dean, Arthur Brown, Hugh Hopper e la band italiana composta di 20 elementi Canto Generale, ma anche con la televisione e il cinema. 

Nel mondo del rock, genere da sempre molto amato dal tastierista, Tippett era noto per la sua militanza nei King Crimson: suonò infatti in tre album della band di Robert Fripp.

La redazione di Stonemusic.it ricorda l'eclettico musicista con Cat food, un brano dell'album IN THE WAKE OF POSEIDON, che vi facciamo ascoltare qui:

You May Also Like