Il giorno dello scioglimento degli Everly Brothers

everly brothers

Il 14 luglio 1973 Phil Everly spaccava una chitarra sul palco, mentre il fratello Don annunciava "Gli Everly Brothers sono morti 10 anni fa". Com'erano arrivati a quel punto?

Gli Everly Brothers si annoverano tra coloro che, come il genio di Elvis Presley, riuscirono in qualche modo ad anticipare le tendenze musicali dell'epoca, aprendo la strada a grandi interpreti del rock n' roll, come i Beatles

Don era nato nel 1937, Phil appena due anni dopo. Provenivano da un contesto dove la musica non mancava mai: i genitori, Ike e Margaret Everly, erano cantanti country; inoltre il padre lavorava per una radio locale. Fu proprio durante la trasmissione radiofonica di Ike che, giovanissimi, i fratelli Everly avevano tenuto la loro prima esibizione. 

Durante gli anni Cinquanta e Sessanta, erano stati uno dei primissimi fenomeni commerciali, rappresentanti del rock. Gli stessi Beatles dichiararono di essersi ispirati proprio agli Everly Brothers per alcuni dei loro cori. 

Eppure, in quel 14 luglio 1973, quando si esibirono al  John Wayne Theatre del Knott’s Berry Farm di Hollywood, il direttore del locale giudicò la loro esibizione "scialba". Phil, infuriato, afferrò la sua chitarra, la spaccò e si allontanò. Don fu costretto a finire il concerto da solo e, a performance terminata, annunciò: 

Questa sera avete assistito alla fine ufficiale del duo, ma dovete sapere che gli Everly Brothers sono in realtà morti dieci anni fa.

A che cosa si riferiva Don? I problemi iniziarono negli anni Sessanta, quando i due fratelli si arruolarono nella marina militare. Parallelamente, a livello globale il panorama musicale iniziava a cambiare, sull'onda della Beatlemania. Neanche questo riuscì però a fermare gli Everly Brothers che, nonostante il calo commerciale verificatosi, non smisero di suonare. Nel 1970, per esempio, accettarono di rimpiazzare Johnny Cash nel suo show televisivo durante l'estate. 

A dividere i due fratelli furono soprattutto divergenze musicali, e nello specifico le diverse direzioni che volevano dare al duo. Phil, da un lato, credeva che un rinnovamento avrebbe giovato alla band, e voleva intraprendere sentieri nuovi. Don però era assolutamente contrario all'idea, temendo che i loro fan non li avrebbero seguiti in una transizione troppo rapida. 

Così, il 14 luglio 1973, quando si sentì criticare così aspramente dal direttore del locale in cui stava suonando, Phil non resse oltre: distrusse la sua chitarra e ne se andò. Gli Everly Brothers si erano sciolti

Seguì un decennio di separazione fino a quando, nel 1983, Paul McCartney chiese proprio a Phil e Don di incidere la sua On the Wings of a NightingaleA quella reunion, il cui prodotto scalò le classifiche, seguirono altre iniziative insieme. Come il loro Reunion Concert e, nel 1986, la pubblicazione dell'album BORN YESTERDAY

You May Also Like