Da dove deriva il nome dei Black Sabbath?

Black Sabbath File Photos

Dave Navarro una volta disse: "I Black Sabbath sono i Beatles dell'heavy metal". In effetti tutti, anche i profani del rock, li hanno sentiti nominare almeno una volta. Ma da dove deriva il nome della celebre band?

Nel mondo dell'heavy metal, i Black Sabbath sono sicuramente una delle band che hanno riscosso il maggior successo commerciale, con oltre 100 milioni di dischi venduti tra il 1970 e il 2010. Con la loro formazione storica, che vede Ozzy Osburne alla voce (qua per tutte le voci dei Black Sabbath), Tony Iommi alla chitarra, Geezer Butler al basso e Bill Ward alla batteria, hanno rivoluzionato il mondo del rock. 

Se tutti, anche chi di heavy metal non si intende, li abbiamo sentiti nominare almeno una volta, pochi conoscono però il significato del nome del gruppo, e ancora meno sanno perchè la band lo abbia scelto. 

Il termine Black Sabbath si rifà senza ombra di dubbio al sabba, anche chiamato sabba nero, espressione con cui si intende un convegno di streghe. La parola sabba deriva dall'ebraico shabbat, che nella religione ebraica indica il giorno di riposo, e coincide con il sabato.

Durante il sabba, invece, si racconta che le streghe si riuniscano in presenza del demonio, per dedicarsi a rituali satanici, orge e sacrifici animali. Addirittura, i pregiudizi che nel corso dei secoli sono sorti intorno al rito del sabba raccontano di bambini cannibalizzati durante i banchetti

Ma perché la band scelse proprio Black Sabbath come nome del gruppo? In realtà, inizialmente i Black Sabbath si chiamavano Earth. Tuttavia, esisteva già un gruppo con lo stesso nome, e ciò aveva portato a equivoci poco piacevoli. Lo ha recentemente ricordato il chitarrista Tony Iommi in un'intervista con la BBC: 

Era un locale pop. Siamo arrivati e la gente aveva papillon e abiti da ballo e cose di quel genere. "Oh, mio Dio, dove siamo?". Abbiamo detto al ragazzo del locale, ‘"Pensiamo che tu abbia preso la band sbagliata". Lui disse, "È meglio che iniziate a suonare…non possiamo cambiarvi ora". Quindi ci siamo alzati e abbiamo suonato una canzone. Quella è stata la fine, ci hanno buttato fuori.

Dopo questa esperienza negativa, gli Earth capirono che era giunta l'ora di cambiare nome e di sceglierne uno che fosse solo loro. Fu il bassista Geezer Butler a proporre Black Sabbath, con cui i musicisti passarono alla storia. Egli infatti era un appassionato di horror e di romanzi di magia nera. Fu in particolare un film di Mario Bava risalente al 1963 a dargli l'ispirazione. Il titolo della pellicola, tradotta in italiano con I tre volti della paura, nella versione inglese era proprio Black Sabbath

Perché si ispirarono agli horror? Risponde Ozzy Osburne:

Prima che noi fossimo i Black Sabbath ci chiamavamo Earth. Quando Geezer notò che la gente pagava per spaventarsi guardando film dell'orrore, pensò che dovevamo provare a scrivere canzoni che ricreavano quelle atmosfere, quindi cambiammo il nome in Black Sabbath.

Non a caso, una delle prime canzoni della band si chiama proprio Black Sabbath, scritta nel 1969 e contenuta nell'album omonimo, quello di debutto della band. Venne ideata da Osbourne e Butler, probabilmente a partire da un sogno fatto da quest'ultimo. Inoltre, inserendo questo brano nel proprio album di debutto (della copertina del quale vi abbiamo parlato in questo articolo), la band diede vita a una triade abbastanza sinistra: il brano Black Sabbath, ad opera dei Black Sabbath, venne pubblicato nell'album BLACK SABBATH.

Il mito che vede questa ripetizione come una sorta di triade del diavolo viene accresciuto dal riff principale del brano. Si tratta di un tritono Sol-Do diesis dalle atmosfere estremamente cupe, che risale al Medioevo e prende il nome di Diabolus in musica. All'epoca, tale triade era proibita poiché si temeva che evocasse davvero il diavolo. 

Commenta Via Facebook

You May Also Like