Cosa si ascoltava sulle spiagge italiane negli anni 70?

Immaginatevi con un cocktail in mano, in riva al mare a ballare sulle note di iconici brani anni 70: quali canzoni potreste ascoltare?

Vi abbiamo da poco raccontato in questo articolo quali canzoni risuonavano nell'aria salmastra delle spiagge italiane durante gli anni 60. Passiamo, ora, a qualche anno dopo quando la filosofia hippie e lo slogan "peace & love" stavano iniziando a riempire anche le piazze del Belpaese. Parliamo, ovviamente, delle estati degli anni 70 quando, di certo, la voglia di ballare non mancava, ma sulle note di quali tormentoni?

Fiori rosa fiori di pesco di Lucio Battisti

Come non citare un brano che fece la storia di quegli anni come Fiori rosa fiori di pesco del grande Battisti? Questa hit del cantautore venne pubblicata come singolo da Battisti (assieme a Il tempo di morire) nel giugno del 1970, poco prima dell'inizio dell'estate della quale fu protagonista. Ecco, qui sotto, un breve estratto live del brano.  

Donna felicità dei Nuovi Angeli

Solo a sentirne il titolo, la melodia e il ritornello di questa hit anni 70 riecheggiano nelle menti di molti. Il gruppo beat nostrano propose questo pezzo ai propri fan nel 1971 guadagnando anche molto seguito fra chi ancora non conosceva la band anche grazie al secondo posto che si aggiudicò al Festivalbar di quell'anno. 

Voglia di mare dei Romans

Fu proprio con questo pezzo che i Romans raggiunsero il grande successo tanto sperato partecipando anche a Un disco per l'estate nell'edizione del 1972 (l'anno prima avrebbero già dovuto partecipare on la loro Sole sole mare mare ma, alla fine, la loro partecipazione sfumò). Dopo Un disco per l'estate, Voglia di mare si piazzò ai primi posti in classifica per diverso tempo, diventando una delle canzoni più vendute non solo dell'estate ma dell'anno intero

Pazza idea di Patty Pravo

La ragazza del Piper conquistò la scena musicale italiana con questo suo brano pubblicato nell'aprile del 1973 e diventato suo cavallo di battaglia. Il brano rimase in testa alla classifica italiana per ben nove settimane e si guadagnò il titolo di tormentone estivo di quell'anno

Anima mia dei Cugini di campagna

Un brano che non ha di certo bisogno di presentazioni e che siamo convinti anche i più giovani fra i nostri lettori conoscono. Title track del secondo album dei Cugini di campagna pubblicato nel 1973, Anima mia è di certo una delle più celebri canzoni del gruppo e anche una delle più "coverizzate" in Italia come all'estero (perfino gli ABBA ne proposero una loro cover). 

Ti amo di Umberto Tozzi

Ti amo fu un successo su tutti i fronti quando, nel 1977, venne pubblicata su 45 giri. Il brano riscosse così tanto successo da aggiudicarsi i primi posti in classifica – oltre che in Italia – anche all'estero, in Francia e Svizzera, per esempio. Nel Belpaese, invece, il brano vinse il Festivalbar del 1977.

Tu sei l'unica donna per me di Alan Sorrenti

Era il 1979 quando questa toccante dichiarazione d'amore del cantautore napoletano fece il giro delle spiagge italiane vincendo anche il Festivalbar e risultando perfino il singolo più venduto dell'anno

Comprami di Viola Valentino

Questo disco d'oro della cantautrice nostrana venne pubblicato nella primavera del 1979 e la sua immediata fama non si esaurì con l'arrivo dell'estate. Il testo di questo pezzo fece scandalo all'epoca, ma questo non gli impedì di divenire uno dei pezzi più ballati sulle coste del Belpaese e uno dei singoli più venduti del periodo. 

Splendido splendente di Donatella Rettore

Anche in questo caso si tratta di un pezzo che non ha davvero bisogno di presentazioni: Splendido splendente è forse uno dei brani più famosi dell'intera discografia della Rettore (ne abbiamo parlato più nel dettaglio in questo articolo) e che rese davvero la cantante una delle stelle più luminose del panorama artistico italiano del momento a partire da quell'estate del 1979.

Balla di Umberto Balsamo

È un vero e proprio inno al divertimento estivo (e non solo) questo brano del 1979 di Umberto Balsamo, cantatore nostrano molto famoso per aver partecipato, durante gli anni 70, a diverse edizioni di Un disco per l'estate con brani di grande successo come Bugiardi noi, Natalì e, appunto, Balla

Commenta Via Facebook

You May Also Like