Alex Lifeson: la vita oltre ai Rush

Alex Lifeson è conosciuto per essere il chitarrista dei Rush, ma i suoi interessi si spingono molto oltre. Dalla pittura alla cucina, ecco Alex Lifeson oltre i Rush: 

Alexandar Zivojinovich, figlio di immigrati serbi conosciuto con il suo nome d'arte (che altro non è che la traduzione in inglese del suo cognome) di Alex Lifeson, nel 1968 entrava a far parte del gruppo rock progressivo dei Rush, insieme all'amico di scuola Geddy Lee. Da allora, è conosciuto soprattutto come parte della band. Nella sua vita, però, ha coltivato interessi molteplici: 

La vita da solista

Sebbene Lifeson sia uno dei membri storici dei Rush, della sua carriera fanno parte anche alcuni progetti da solista. Il primo album che porta la firma solo di Lifeson è VICTOR, pubblicato il 9 gennaio 1996 dall'Atlantic Records. Ad esso sarebbe dovuto seguire un secondo disco, VICTOR II, la cui produzione venne però interrotta dalla tragedia che colpì Neil Peart, batterista dei Rush, tra il 1996 e il 1997: la scomparsa prima della figlia, rimasta coinvolta in un incidente stradale, e poi della moglie. 

Inoltre, Lifeson nel corso degli anni ha collaborato con moltissimi artisti del calibro di Steve Vai, Richie Sambora, Joe Perry e molti, molti altri...

La passione per la cucina

Non in molti lo sanno, ma Alex Lifeson è anche uno chef. Per tale ragione, insieme a Tim Notter è proprietario di un ristorante di Toronto, chiamato The Orbit Room. Nel locale si fondono le due passioni di Lifeson: la cucina e la musica. Infatti qui vengono proposte diverse serate con musica dal vivo, prevalentemente R&B, funk e jazz. 

Nel giorno della sua inaugurazione, nel 1994, nel locale si è esibita la band dei The Dexters, formata da Lou Pomanti, Bernie LaBarge, Peter Cardinali e svariati batteristi. Inoltre, spesso lo stesso Lifeson si è esibito nel suo ristorante. Non sono mancati special guest come Josè Feliciano, Joey DeFrancesco, Gary Busey, e Jeff Martin.

Perfino pittore...

Come se tutto ciò non bastasse, per intrattenersi Alex Lifeson è anche pittore. Proprio come la musica e la cucina, anche la pittura per lui è prima di tutto una fonte di soddisfazione personale, di divertimento. La Kidney Foundation of Canada ha utilizzato in diverse raccolte fondi le stampe autografate delle sue opere. 

Non è ancora finita...

Musicista, cuoco, pittore... ma c'è molto di più! Alex Lifeson ha anche un brevetto di volo, possiede un'azienda che si occupa di progettazione, e produzione di oggetti in ambito musicale, ha la sua rubrica personale su un quotidiano locale di Toronto. Infine, il suo nome è stato dato a un asteroide, il Lifeson 19155.... che dire, a Alex Lifeson la terra non basta!

You May Also Like