5 collezionisti di vinili da seguire su Instagram

In un contemporaneo panorama social, il vinile sfoggia tutta la sua bellezza su Instagram, tra memorie personali, scelte artistiche e un'indomabile eredità rock. 

Steve Kouta (@stevekouta)

Con 78,2k follower, l'australiano Steve Kouta offre al popolo di Instagram una variegata collezione di vinili. Ne ha circa 1500-2000, collezionati seriamente da oltre 10 anni, e sceglie la divisione per genere musicale come spirito organizzativo. Da Prince a Bob Dylan, da Elton John ai King Crimson, la sua eredità da collezionista coniuga una sfaccettata collezione di artisti a una raffinata architettura estetica. Così Steve ama fotografare i suoi vinili in appositi scaffali IKEA, accanto al giradischi, sparsi sul pavimento in legno oppure dirimpetto a pareti piastrellate. Non raramente entra anche lui negli scatti, con le immancabili All-Star e i blue jeans in scorci di una quotidianità domestica informale. Ecco quindi come ogni foto di Steve ci avvicina alla sua casa e a quegli speciali momenti a suon di musica che ogni appassionato ritaglia nel suo tempo.

https://www.instagram.com/p/CJmGDTGpbw9/
Vinyl Way Of Life (@concentric.circles)

In questo caso non ci troviamo dinnanzi a un'identità biografica, ma alla dichiarazione di uno stile di vitaVynil Way Of Life è infatti un'espressione che lascia poco all'immaginazione e pone in primo piano una passione smodata per il vinile. A partire dall'immagine del profilo e da un nome identificativo dei celebri solchi concentrici del prezioso oggetto. In questo caso la camaleontica scelta di generi e artisti musicali si appoggia a un'etichetta discografica, la Music On Vinyl, che propone un ampio raggio di stampe di alta qualità di 33 e 45 giri di ogni tipologia. Così anche il profilo Instagram, al seguito di 35k follower diversifica gli scatti fotografici proposti, tra vinili che affiorano dalla libreria a scorci particolari di primi piani degli album. Ogni immagine del feed è diversa dalla precedente, con scelte per tutti i gusti. 

https://www.instagram.com/p/CISsgxcgSIb/
Frank (@soulmining)

Vinyl Junkie & High And EnthusiastCosì si definisce Frank, la cui identità, anche in questo caso, si cela dietro un profilo con un seguito di 24k follower e un'estetica improntata a un'attrezzatura hi-tech. La sua collaborazione, in questo caso, si affianca a Solidsteel, una piccola impresa italiana, attiva dal 1990, che produce mobili e attrezzature per componenti audiovisive. Ecco dunque che possiamo scorgere un complesso e moderno impianto audio, tra amplificatori e giradischi, tra le immagini dei vinili esposti. Questi vengono fotografati dal basso, con una prospettiva che li relaziona e li avvicina ai loro strumenti di riproduzione. In questo modo la bellezza del connubio tra art cover e disco, enfatizzata in un profilo come @beatsofdestruction, trova contestualizzazione in una cornice d'arredamento. 

https://www.instagram.com/p/CMSc7JpJ8O1/
Zoe Timmers (@dadsdiscdelights)

Passiamo a un profilo che accoglie un intimo progetto tra padre e figlia. Lei è Zoe Timmers, fotografa, produttrice e content creator inglese che ha scelto di dare vita alla collezione di vinili del padre attraverso i social. L'uomo, protagonista delle immagini e chiamato solo Dad è scomparso nel 2014, anno in cui inizia questo percorso artistico e musicale all'insegna della memoria. Così Zoe ripropone le foto del padre seduto in poltrona di spalle, o con il volto coperto da un disco, davanti alla sua estesa collezione di vinili. Una raccolta coltivata con amore e passione per 72 anni e mirabile scrigno di una vita votata alla musica. In questo caso, dunque, il profilo non offre solo un appagamento estetico, ma racconta un'anima attraverso i suoi dischi. E i suoi 14,7k follower non assistono solo a un passaggio ereditario, ma ascoltano anche, in alcuni post, la musica degli amati vinili. 

https://www.instagram.com/p/xpZ-zmtCqz/
Jeff (@grooves_and_boozes)

Chiudiamo in bellezza con un'accoppiata vincente, tratteggiata da una frase della bio di Jeff, "Next To Music, Beer Was Best" della scrittrice statunitense Carson McCullers. E questo pittoresco profilo, privo di un volto che lo accompagni, lascia che siano i vinili, a braccetto con gli alcolici, a dettare il mood di una suntuosa serata. Così Jeff associa la birra scura a Phil Collins, mentre un buon bicchiere di rosso accompagna Simon & Garfunkel e una raffinata bottiglia di Gin si sposa con David Bowie. La collezione mira quindi a creare un'interazione stilistica tra l'immaginario rock e il degno alfiere della sua essenza venale. Un invito a lasciare fuori dalla porta le preoccupazioni quotidiane per abbandonarsi all'estasi contemplativa del vinile. Indubbiamente una scelta originale e vincente

https://www.instagram.com/p/CMM43crswB8/
You May Also Like