Beatles: perché l’album “REVOLVER” si chiama così?

Da molti considerato il disco della svolta, REVOLVER è uno degli album più importanti di sempre, nato in un periodo decisamente difficile nella storia dei Beatles. Ma a cosa deve il suo nome? 

Era il 5 agosto del 1966 quando il mitico Quartetto di Liverpool diede alla luce il suo settimo album. Il disco, prodotto da George Martin, si intitola REVOLVER e segnò il punto di svolta definitivo verso nuove sponde sonore decisamente più sperimentali. In REVOLVER troviamo elementi di psichedelia chiari che, di lì a poco, avrebbero caratterizzato il sound di riferimento di SGT. PEPPER'S LONELY HEARTS CLUB BAND, uscito solo l'anno successivo. Il titolo di REVOLVER è sicuramente molto evocativo e, spesso, gli appassionati si sono chiesti perché si chiamasse così.

Perché REVOLVER si chiama così? 

Secondo George Harrison, REVOLVER avrebbe potuto rappresentare il "sequel" di RUBBER SOUL e per questo diventarne un omonimo, visto l'ampliamento delle tematiche trattate al suo interno che lo rende molto simile al lavoro precedente. Alla fine, il titolo dell'album finì per riferirsi sia al tipo di pistola che al movimento rotatorio che compie un disco sul piatto di un giradischi, chiamato proprio "revolving". Va detto, comunque, che i Beatles hanno faticato nel dare un nome al disco: il primo, provvisorio, fu ABRACADABRA, poi scartato poiché già utilizzato da un'altra band. 

beatles

Un album nato in un momento complicato 

Siamo nel 1966, quindi gli attriti che avrebbero portato allo scioglimento del leggendario Quartetto sono ancora lontani, eppure il quieto vivere dei Beatles è già osteggiato da qualcosa. Sì, perché, oltre ad essere stato un punto di svolta per la band, REVOLVER si rivelò anche una vera e propria ancora di salvezza. Il gruppo stava affrontando un periodo di disprezzo mediatico molto frustrante. Costantemente dal vivo, i Beatles sembravano aver perso il loro smalto sul palco e smarrito le idee in studio. La critica, intanto, continuava a tartassarli, più dal punto di vista personale che musicale. Con REVOLVER, i Quattro di Liverpool si presentarono con una nuova veste, misteriosa, matura e oltremodo lisergica che gli permise di rivalutarsi agli occhi del grande pubblico internazionale.

You May Also Like