L’ultimo concerto al CBGB, il locale punk più celebre di New York

cbgb

Sono diversi i luoghi simbolo del rock. Dal Whiskey A Go Go al Marquee e il Cavern. Ogni epoca ha avuto la sua Mecca musicale e, per il punk, va sicuramente citato il CBGB. 

Il CBGB era un club newyorkese aperto nel 1973 ad East Village, nel quartiere di Manhattan. Nacque come un locale per motociclisti, per poi essere rinominato Country BlueGrass and Blues, CBGB, per l'appunto. In pochissimo tempo, il locale divenne un simbolo per la scena punk rock, accogliendone i protagonisti, dai Ramones ai Television e ancora Patti Smith, Blondie e i Talking Heads. Dalla prima metà degli anni '80, il CBGB divenne rinomato per gli atti hardcore punk che ospitava. 

Storia ed evoluzione del club 

Lo store accanto al CBGB divenne, negli anni di massima espansione del club, un negozio di dischi ed un bar omonimo. Alla fine degli anni '80, il luogo divenne una galleria d'arte e un secondo spazio dedito ad ospitare esibizioni di varia natura. Il CBGB divenne, poi, un punto focale per il panorama artistico e musicale newyorkese, ospitando artisti rock, folk, jazz e sperimentalisti. Il CBGB si affermò come un punto di ritrovo per i giovani di Manhattan a tutte le ore del giorno, arrivando a vendere anche pizza newyorkese, tra le altre cose. 

All'alba del Terzo Millennio, il CBGB visse il suo tracollo. Entrò, dapprima, in un'accesa disputa legale per alcuni pagamenti arretrati al Comitato Bowery Residents. Nel 2005, il CBGB perse la causa e, nel 2006, dichiarò bancarotta. Era il 15 ottobre del 2006 quando il CBGB accese i riflettori per l'ultima volta, ospitando Patti Smith. Nel 2010, il CBGB cambiò forma e si trasformò in una piattaforma radio. A partire dal 2012, si tengono festival omonimi. Nel 2013, l'edificio che ospitava il locale entrò a far parte del registro nazionale dei luoghi storici

L'ultimo concerto al CBGB 

Patti Smith suonò diverse volte al CBGB prima della sua chiusura. Il suo nome fu accostato diverse volte a quello del locale e, per questo, l'ultima notte del club le spettava di diritto. Intervistata dal New York Times in occasione del concerto di chiusura del locale, Patti Smith rivelò il suo rammarico per la fine del CBGB che non rappresentò solo la chiusura di un locale importante per Manhattan, ma anche di un'epoca particolarmente fervente dal punto di vista artistico e culturale. Patti Smith si esibì al CBGB con grande trasporto, rivelando tutta la nostalgia per la chiusura del posto con interpretazioni magnifiche dei suoi brani più evocativi. In ogni caso, la leggendaria artista volle chiudere la serata con un messaggio di speranza nei confronti del futuro e, soprattutto, dei giovani artisti pronti a ripercorrere i passi di chi ha fatto la storia. 

You May Also Like