Come Dave Grohl iniziò a superare la morte di Kurt Cobain

scheda, strumento, piatti, batteria, Zildjan, Stone Music

La morte di Kurt Cobain colpì moltissime persone nel profondo, più di tutti, coloro che lo vivevano nel quotidiano, specie Dave Grohl che, al tempo, sedeva dietro le pelli dei Nirvana. 

Quando, nel 1994, Kurt Cobain si tolse la vita in casa sua a Seattle, il mondo della musica fu colpito da un fulmine a ciel sereno. Il leggendario artista aveva solo 27 anni quando compì il gesto estremo, e i membri dei Nirvana rimasero profondamente segnati dall'accaduto. Dave Grohl impiegò moltissimo tempo prima di riuscire ad assimilare il lutto. Nel corso di un'intervista, l'attuale frontman dei Foo Fighters ha rivelato in che modo sia riuscito a superare la morte dell'amico e compagno di band. 

Dave Grohl sulla perdita di Kurt Cobain 

Il batterista ha affermato di essersi sentito emotivamente paralizzato nel tentativo di affrontare la tragedia. L'unica cosa legittima da fare per Grohl fu scappare in una zona recondita dell'Irlanda. Fu proprio lì che l'incontro con un autostoppista gli permise di cambiare punto di vista su quanto accaduto e spingerlo a tornare ad abbracciare la musica con i Foo Fighters. 

Durante il colloquio, intrattenuto con la BBC Radio 4, Dave Grohl ha dichiarato quanto segue: "Dopo la morte di Kurt non riuscivo nemmeno ad accendere la radio. Misi via tutti gli strumenti, anche ascoltare musica mi faceva male. Andai avanti in questo modo per diversi mesi. Ero rimasto a Seattle, ma sentivo di dover andare via, di sparire andando da qualche parte per riflettere sulla mia vita. Dovevo scoprire cosa avrei fatto dopo"

L'incontro che gli cambiò la vita 

Alla fine, Dave Grohl decise di esplorare la 111-mile Ring Of Kerry, una strada nel sud ovest dell'Irlanda. "Giravo per queste meravigliose strade di campagna e riuscivo a trovare la pace - ha detto - Poi incontrai quest'autostoppista e pensai di dargli un passaggio. Quando lo vidi, notai che aveva un t-shirt di Kurt Cobain. Per me fu un segno, certe cose non si possono ignorare. Era arrivato il momento di spingere e trovare un modo per andare oltre. Tornai immediatamente a casa e iniziai a registrare le prime canzoni dei Foo Fighters".

Dave Grohl aveva iniziato a scrivere del materiale quando i Nirvana erano ancora insieme. Kurt Cobain approvò molte delle sue demo. Riguardo le sue composizioni, però, Grohl ha spiegato: "All'epoca non sapevo ancora quale sarebbe stato il destino delle canzoni che scrivevo. Non ero in una band e registravo a casa per conto mio. La mia unica intenzione era quella di regalare qualche cassetta ai miei amici. Dovevo farlo per sopravvivere, per andare avanti con la mia vita. Oggi, sono grato di averlo fatto"

You May Also Like