Genesis: WIND & WUTHERING in 7 pillole

genesis

Direttamente da «Grandi Glorie del Rock» n.12, dedicato ai Genesis, ecco 7 curiosità che forse non conoscevate su WIND & WUTHERING dei Genesis.

1. WIND & WUTHERING venne registrato dai Genesis al termine del loro Trick of
the Tail Tour (USA ed Europa) tra i mesi di settembre – appena 12 giorni intensi
per le tracce guida principali nei Relight Studios di Hilvarenbeek in Olanda, la
prima volta in uno studio “overseas” per la band – e ottobre (sovraincisioni ai Trident Studios di Londra) del 1976.

2. Prodotte dal gruppo insieme a David Hentschel, le session dell’album comprendevano anche altri brani: Match Of The Day, Pigeons (entrambe scritte dal trio Banks/Collins/Rutherford) e Inside And Out (l’ultima con Steve Hackett presente anche come autore), poi pubblicate nel maggio del 1977 nell’Ep SPOT
THE PIGEON.

JANET MACOSKA; ARCHIVIO MINO PROFUMO
JANET MACOSKA; ARCHIVIO MINO PROFUMO

3. L’artwork della copertina di W&W – autunnale e malinconica – è opera di Colin
Elgie per lo studio Hipgnosis.

4. Alcune particolarità della strumentazione rimangono l’uso (raro) del piano elettrico Fender Rhodes da parte di Tony Banks (evidente nell’intermezzo centrale di Your Own Special Way) e di metallofoni e cordofoni suonati da Hackett, come la kalimba e l’autoharp (soprattutto nella parte strumentale di One For The Vine).

5. Subito dopo l’uscita, l’album arrivò al n.7 nelle chart britanniche e al n.26 in
quelle «Billboard» negli USA, dove in 4 mesi raggiunse la quota di 150.000 copie
vendute. Il singolo estratto Your Own Special Way (con la b-side It’s Yourself proveniente dalle session di A TRICK OF THE TAIL e già pubblicata sul retro del
singolo Ripples) fu il primo con la voce solista di Phil Collins a entrare nelle classifiche americane (al n.62).

6. Due le novità principali legate al tour di W&W, partito il 1° gennaio 1977 con tre
date sold out al Rainbow Theatre di Londra: la presenza dietro ai tamburi di Chester Thompson (già con Frank Zappa e George Duke) al posto di Bill Bruford e
le prime date in assoluto dei Genesis in Sud America, con almeno 150.000  spettatori totali in quelle brasiliane. Gran parte delle registrazioni dal vivo delle
quattro date parigine del giugno 1977 finirono nel doppio live album SECONDS
OUT, pubblicato nell’ottobre dello stesso anno.

7. Stampato successivamente due volte su Cd (nel 1985 e nel 1994), W&W ha avuto
la sua definitiva consacrazione digitale con l’inclusione nel box GENESIS 1976-
1982, remixato sia in stereo che in Surround 5.1, con annesse interviste video e
spezzoni di riprese dal vivo in precedenza non ufficiali.

Ripercorri la storia completa dei Genesis nell'ultimo numero di «Grandi Glorie del Rock», in tutte le edicole e sul nostro store online!

copertina grandi glorie del rock genesis
You May Also Like