10 momenti di perfetto punk nella vita di Joey Ramone

JOEY RAMONE

Un genio indiscusso del punk, scomparso troppo presto. Ripercorriamo i momenti più estremi del mitico Joey Ramone.

Uno stile unico, contornato da una figura enigmatica. Snello, strambo per molti, geniale per pochi, Joey Ramone vedeva il mondo dietro i suoi capelli neri, lunghi e arruffati. Considerato dalla storia padrino del punk, il suo approccio al microfono ha definito il sound dei Ramones, dettando legge nella scena di riferimento. In questa classifica, esploreremo i momenti più punk del compianto artista attraverso i brani che hanno consacrato la sua figura all'eternità.

I Wanna Be Your Boyfriend

Fu il frontman di una band fondamentale per la storia della musica contemporanea. Un gruppo che, dell'aggressività cruda e senza compromessi, fece un marchio di fabbrica. Un eroe dell'anticonformismo, singolarmente portato per le gigantografie ed i poster. Al di là di tutto, Ramone sapeva mostrare un lato romantico unico, la cui epitome venne raggiunta proprio in questo brano, ai debutti del gruppo, pop-punk ante litteram.

Pinhead

L'appeal di Joey Ramone è sempre stato difficile da inquadrare. I Ramones facevano del loro slang quasi incomprensibile un punto di forza ed è proprio in Pinehad che ritroviamo ridicola ironia al servizio di una freschezza sonora irriverente.

Sheena Is A Punk Rocker

Spicca tra i brani più famosi della band americana. La traccia è stata oggetto di reinterpretazioni da parte delle band più iconiche delle scene di riferimento successive, tra cui anche Rancid e Sonic Youth. Un titolo d'impatto, radicatosi immediatamente nella cultura pop, trainato da un ritornello sorprendentemente catchy. Se state cercando l'inno del punk, potete fermarvi qui.

Don't Come Close 

Con il loro quarto album, i Ramones adottarono un approccio più languido. Una band in evoluzione a cui Joey prestò con dedizione lyrics sincere, pure, ben lontane dal sarcasmo violento dei primi tre dischi del gruppo.

Danny Says

Phil Spector spinse i Ramones ben oltre i propri limiti, nel 1980, per il loro quinto album. Le storie ricavate dai momenti in studio con il produttore hanno definito un'intera epoca in rock, con Spector arrivato a puntare un'arma alla band pur di terminare le sessioni nel migliore dei modi. Il risultato del pathos estremo vissuto dai membri del gruppo portò tracce memorabili come quella in oggetto, dall'arrangiamento perfetto e le voci terrificanti.

The KKK Took My Baby Away

Nei primi anni, i Ramones erano una famiglia. Il loro rapporto finì per consumarsi nel tempo e, negli ultimi tempi prima del loro scioglimento, i membri del gruppo non avevano alcuna relazione fuori dallo studio. Il brano in questione fu composto da Joey dopo la sua rottura con Linda Ramone, sua compagna fino all'intercessione di Johnny, con cui la donna sarebbe poi convolata a nozze. La citazione al KKK nel titolo della traccia sarebbe, secondo la storia, un riferimento alle radici conservatrici del collega che, spesso, avrebbe lanciato frecciatine contro Joey a causa delle sue origini ebraiche.

Psycho Therapy

Quella di "lupi anziani" è la definizione che meglio calza per i Ramones dell'ultima Luna a cui, in ogni caso, la band continuò ad ululare, ritornando alle origini per SUBTERRANEAN JUNGLE, nel 1983. Il disco si erse come un latrato disperatamente aggressivo da parte di un branco che faticava a trovare il proprio posto nel mondo moderno dopo aver lanciato un intero genere musicale.

Bonzo Goes To Bitburg

Il suo testo non era sofisticato, la strumentale tantomeno. Eppure, Bonzo Goes To Bitburg fu una hit lanciata con ferocia nello stomaco di un'Istituzione cieca e lascivia nei confronti del più grande crimine di guerra nella storia dell'umanità. Bonzo Goes To Bitburg critica aspramente la visita del Presidente Raegan al cimitero dell'esercito tedesco avvenuta nel 1985. Un atto disgustoso con cui l'America sembrò dimenticare i deprecabili anni della II Guerra Mondiale e lo sterminio efferato di 6 milioni di innocenti.

Poison Heart

Joey dimostrò innumerevoli personalità quando cantava. Nel 1992, l'ingresso di CJ come rimpiazzo per Dee Dee Ramone, infuse nuova energia nella band. Poison Heart ne è l'esempio lampante. Un brano fulmineo, in cui Joey canta con una rabbia e una verve mai ascoltate prima.

I Don't Want To Grow Up

L'ultimo colpo di coda dei veterani del punk. Nel 1995, i Ramones uscirono di scena con ¡ADIOS AMIGOS!. Il brano in questione fu scritto da Tom Waits e reinterpretato dalla band con grande trasporto, il miglior modo per ricordare Joey Ramone: giovane per sempre, amato fino e dopo la fine, andato via troppo presto, ma mai dimenticato.

You May Also Like