Benvenuti sull’isola verde di John Lennon

John Lennon

Sapevate che, nel 1967, John Lennon comprò un'isoletta in Irlanda? Il musicista sognava allora di trasferirsi lì, ma il progetto non si realizzò mai.

Come i fan certamente sapranno, nel 1967, i Fab Four, innervositi dall'accanimento dei fotografi e desiderosi di un posto quieto dove poter cantare e riposare, decisero di comprare un'isola greca.

Ringo Starr, George Harrison, John Lennon con moglie e figlio, Paul McCartney e Jane Asher, partirono per la Grecia in vacanza il 22 luglio di quell'anno e si divertirono su uno yacht, quasi costantemente sotto effetto di acidi.

Del progetto di acquisto di una fantomatica isoletta dove fondare una "comunità ideale", in realtà, non ne fecero più nulla, date anche le severe leggi che all'epoca non consentivano di trasferire all'estero grandi quantità di denaro, per cui gli avvocati dei Beatles dovettero chiedere più permessi al ministero del Tesoro e alla Banca di Inghilterra per far uscire 120.000 sterline dalla Gran Bretagna.

Finì in niente. Non comprammo un'isola. Eravamo specializzati ad andare in vacanza con delle grandi idee ma senza poi portarle a termine. Pensammo anche di compare un piccolo villaggio in Inghilterra e finì allo stesso modo.

Ci sono sogni, però, che una volta seminati sono destinati a germogliare. Se John Lennon abbandonò infatti il progetto greco, non dimenticò tuttavia il grande desiderio di tranquillità che l'aveva spinto all'acquisto di un'isola.

Così, lo stesso anno, per la somma di 1.700 sterline, l'artista fece sua Dorinish Island, una delle 117 isolette irlandesi che si affacciano su Clew Bay, nella contea di Mayo. Una terra verdissima, che si compone di due isole minori (Dorinish Beg e Dorinish More), per una superficie pari a circa 19 acri, semi deserta, abitata soltanto da pecore e uccelli marini: una vera oasi di pace

In realtà, John Lennon non vi si stabilì mai. Forse addirittura la visitò una volta sola. La vita, infatti, portò il musicista in giro per il mondo, per concerti, viaggi e nuovi incontri. Pur avendo ottenuto la licenza edilizia, il cantante non riuscì mai a trovare il tempo di trasferirsi a Dorinish.

Dopo il divorzio dalla moglie Cynthia, l'isola rimase inutilizzata fino a quando Lennon non invitò Sid Rawle, il cosiddetto "Re degli Hippies", e Timi Walsh, a fondarvi una comune, insieme a una ventina di hippies. Nel 1972, un incendio incendiò la tenda di rifornimento dell'isola e la comune si sciolse.

John cominciò a sognare di abitare a Dorinish con la sua Yōko Ono, ma nemmeno quel progetto ebbe modo di realizzarsi, come avrebbe raccontato lei stessa:

Abbiamo parlato spesso dell'idea di costruire un cottage sull'isola. Era così bello e tranquillo, e al tempo stesso così isolato, da sembrare un luogo perfetto per fuggire da tutto.

Dopo la morte di Lennon, Yōko Ono vendette l'isola per quasi 30.000 sterline e donò il ricavato a un orfanotrofio irlandese. Dorinish, che dal 2012 è stata messa di nuovo in vendita, è ora adibita a luogo di pascolo ed è talvolta visitata dai fan, che amano fotografare quella che è diventata a tutti gli effetti la "Beatle Island".

You May Also Like