Gli Slipknot annunciano il tour europeo 2022: ecco le date

I paladini mascherati del metal sono pronti a conquistare il vecchio continente la prossima estate, con una selezione di tredici date tanto attese dai famelici avventori del nu metal. Sfortunatamente l'Italia non rientra tra le destinazioni, ma vediamo cosa ci riservano gli Slipknot.

L'estate sta chiudendo i battenti, i lavoratori si apprestano a riprendere la routine cittadina e le grandi rock band avanzano progetti futuri. Tra queste anche i titani del nu metal, gli Slipknot, che a giugno hanno annunciato l'imminente pubblicazione delle date per il loro tour estivo del 2022. Avrà sede in Europa e occuperà i mesi di luglio e agosto, verso una dinamica ripresa dopo le limitazioni imposte dagli ultimi due anni. Per la band mascherata di Des Moines, il ritorno sulle scene era avvenuto nel 2019, con la pubblicazione del loro sesto album, WE ARE NOT YOUR KIND, dopo un silenzio di cinque anni dal precedente, 5: THE GRAY CHAPTER. E già all'inizio del 2021, il frontman Corey Taylor aveva parlato di un seguito dell'album in lavorazione: 

È un'espansione di dove eravamo in We Are Not Your Kind. Questa band è sempre stata orgogliosa di espandere i confini, espandere la propria visione musicale.

Ancora nessun titolo in cantiere, ma già un chiaro programma per il tour europeo venturo, al soldo di 13 date. Avrà inizio il 15 luglio 2022 al Park Live Festival di Mosca, per poi toccare Ucraina, Romania, Bulgaria, Grecia, Austria, Repubblica Ceca, Svizzera, Slovacchia, Germania, Polonia, Estonia, fino alla chiusura del 15 agosto all'Arena di Malmö, in Svezia. Un bel programmino che però non comprende l'Italia tra le sue destinazioni. Quest'ultima era prevista nel tour del 2021, con la tappa del 27 luglio al Castello Scaligero di Villafranca di Verona. La data è stata però rimandata con una nuova collocazione ancora da definirsi, per non contare che il mese di luglio ha scritto una buia parentesi per la storia degli Slipknot.

Il 26 luglio 2021, infatti, la band ha detto addio al fondatore e storico batterista, fino al 2013, Joey Jordison, scomparso a causa di una malattia neurologica che l'aveva costretto ad abbandonare le scene. Un cupo annuncio che ha risvegliato il fantasma del bassista Paul Gray, morto nel 2010. Tuttavia la band ha tenuti alti il morale e la memoria con una collezione di progetti e il fiero vessillo di WE ARE NOT YOUR KIND, in vetta alla Billboard Hot 200 lo scorso agosto. Inoltre, il 19 settembre 2021, il gruppo condurrà la giornata di chiusura del Riot Festival di Chicago, accanto a Machine Gun Kelly e agli Slipknot. A dicembre, invece, saranno protagonisti dello Knofest cileno, con Trivium, Bring Me The Horizon e Sepultura. 

La carne sul fuoco non manca e la band è continuamente attiva per nuovi progetti. Al momento Taylor è a casa febbricitante per il Covid, da lui contratto pochi giorni fa e annunciato sulla pagina Facebook di Astronomicon, l'evento che accoglie diverse celebrità del mondo metal, del wrestling e del cinema horror, a cui doveva presenziare. Tuttavia la notizia, seppur non allarmante, ha dato la possibilità al frontman di sensibilizzare l'opinione pubblica sui vaccini e sull'uso delle mascherine. La parola a un uomo che può indossare una maschera anche per otto ore, come da lui stesso affermato!

You May Also Like