Woodstock 69: quali furono i cachet degli artisti

Ecco i (non proprio equi) cachet delle star che suonarono al Festival di Woodstock nel 1969

“Che nessuno si lasci scappare quanto prende Jimi”. Non lo sappiamo con certezza, ma potrebbe essere anche stata questa la frase che Michael Lang o uno degli altri organizzatori usò per chiudere la riunione in cui si annunciava l’ok di Hendrix.

Se i Jefferson Airplane o i Creedence – tra i primi a confermare la propria presenza – avessero saputo che in due prendevano meno della metà del chitarrista di Seattle, sarebbero certamente sorte serie complicazioni. Leggere l’elenco, ampio anche se non completo, dei compensi degli artisti presenti al festival, può fornire notizie utili sulla popolarità di alcuni complessi e forse sulla potenza di alcuni manager dell’epoca. Bill Graham, ad esempio, per “concedere” i Grateful Dead, impose la presenza di uno tra i Santana e gli It’s a Beautiful Day. La scelta finale avvenne tramite sorteggio e vide i Santana vincitori, e il fatto che il loro compenso fu di soli 750 dollari (lo stesso della cantautrice Melanie Safka) conferma che il complesso arrivò a Woodstock da matricola e ne uscì da superstar. Curioso anche l’altissimo cachet di Joan Baez (10.000 dollari), che pochi giorni prima del raduno confidava a Furio Colombo i suoi dubbi su un festival dove lei voleva andare a parlare di pace e di diritti umani. A distanza di anni, e col senno delle cose accadute, è difficile immaginare Ravi Shankar che prende 4500 dollari, poco meno del super gruppo più celebre della musica americana: Crosby, Stills, Nash & Young (5000, come il figlio d’arte Arlo Guthrie).

Alcuni nomi di grande rilievo anche nelle zone “povere” del conto: i Grateful Dead con 2500 dollari e Joe Cocker con soli 1375. A chiudere l’elenco i Quill, che con soli 375 dollari hanno il poco invidiabile ruolo di fanalino di coda. Ma alla fine, si è saputo quanto ha ottenuto Jimi? La versione ufficiale dice 18.000 dollari, ma c’è chi invece sostiene fossero 32.000. Nessuna conferma, forse gli organizzatori temevano che Grace Slick o John Fogerty potessero chiedere un’integrazione.

L’elenco completo dei cachet:

Jimi Hendrix: $18.000
Blood, Sweat and Tears: $15.000
Joan Baez: $10.000
Creedence Clearwater Revival: $10.000
The Band: $7500
Janis Joplin: $7500
Jefferson Airplane: $7500
Sly and the Family Stone: $7000
Canned Heat: $6500
The Who: $6250
Richie Havens: $6000
Arlo Guthrie: $5000
Crosby, Stills, Nash and Young: $5000
Ravi Shankar: $4500
Johnny Winter: $3750
Ten Years After: $3250
Country Joe and the Fish: $2500
Grateful Dead: $2500
The Incredible String Band: $2250
Mountain: $2000
Tim Hardin: $2000
Joe Cocker: $1375
Sweetwater: $1250
John B. Sebastian: $1000
Melanie: $750
Santana: $750
Sha Na Na: $700
Keef Hartley: $500
Quill: $375

Questo e tanto altro sull’ultimo speciale di Classic Rock: Woodstock. Lo potete trovare in tutte le edicole e sul nostro store online

Commenta Via Facebook

You May Also Like