10 nomi di donne del rock da conoscere

Il potere è donna. Lo dimostrano 10 rocker che hanno scritto la storia della musica degli ultimi sessant'anni. Ma ce ne sarebbero molte altre...

Janis Joplin 

La Perla della musica fiorisce negli anni Sessanta, tra la Guerra del Vietnam, Woodstock, le marce pacifiste e la libertà sessuale. In uno scenario musicale votato alla psichedelia, Janis, con una voce unica e particolare, si fa portavoce di un rock sporcato di folk e blues. Il suo lascito stilistico e musicale è incommensurabile, tanto da farne un'icona per le generazioni future, nonostante la sua morte prematura. Trovate qui il nostro ricordo.  

Grace Slick 

Da frontwoman dei Jefferson Airplane a pittrice, Grace Slick si è abbeverata dalla fonte artistico-musicale per tutta la vita. Non è un caso che la citiamo dopo Janis, di cui era grandissima amica. Le due musiciste giovani e ribelli, pressoché coetanee, condividevano una voce fuori dal comune e una capacità ammaliatrice tinta di puro divertimento.  

Joni Mitchell 

Una ragazza canadese dai lunghi capelli biondi e la chitarra alla mano. Lei è Joni Mitchell che, negli anni Sessanta, inaugura un tipo di rock delicato, intimo e impreziosito da testi poetici e ricercati. Un simbolo al femminile del rock degli albori. E ha recentemente aperto i suoi archivi...

Stevie Nicks 

Un'aura mistica ed evocativa è anche quella che incornicia l'immagine di Stevie Nicks, la sacerdotessa del rock. Dall'esordio nei Fleetwood Mac, con la hit Dreamsalla brillante carriera da solista, la cantante si è sempre distinta con una voce bassa e graffiante. Ma è anche il suo stile a parlare per lei, con un intreccio tra mise hippie, bohemien e mistico esoterico che la rendono indiscussa regina di stile. 

Patti Smith 

Sulla nascente onda new wave degli anni Ottanta si inserisce Patti Smith, poetessa dai capelli corvini di un rock al sapore di punk. Patti esordisce a New York, dopo un'adolescenza travagliata, come lettrice di poesie accompagnata da una chitarra. E all'età di trentatré anni porta il suo innato spirito narrativo sul palco, collezionando brillanti ritratti in musica della sua generazione

Chrissie Hynde

E parlando di una vita turbolenta non possiamo non citare Chrissie Hynde, la storica frontwoman dei Pretenders. L'unica presenza fissa dal 1978, l'unica donna in un via vai frenetico di musicisti uomini. Così il suo stile sbarazzino, da ragazzaccia di strada si accompagna a una voce bellissima, eterna icona di I'll Stand By You. 

Joan Jett

Guardate il taglio di capelli di Patti e Chrissie. Vi viene in mente qualcuno? Certo, perché quando si parla di nascente scena punk rock è d'obbligo citare Joan Jett, iconica chitarrista delle Runaways e paladina delle riot grrls degli anni Novanta. La sua musica è pura potenza esplosiva, all'insegna del rock e del femminismo

Suzi Quatro 

La prima bassista donna a ottenere un riconoscimento mondiale. Questo è solo un assaggio di Suzi Quatro, la rocker che, negli anni Settanta, irruppe con forza in uno scenario glam rock tutto al maschile, o quasi. Ancora oggi indossa i suoi pantaloni in pelle e graffia i suoi brani con lo spirito della teen rocker di Can The Can. 

Pat Benatar 

Hit Me With Your Best Shot ed è subito Pat Benatar negli anni Ottanta, che sfida il mondo con una hit dal successo magnetico. Sin dalla metà degli anni Settanta, a soli ventun anni, Pat si pone sul mercato musicale come icona pop/hard rock aggressiva.

Dolores O'Riordan 

Chiudiamo in bellezza con una talentuosa cantautrice, scomparsa prematuramente a 46 anni. Dolores O'Riordan, storica leader dei Cranberries, ha una voce inimitabile, che sfiora l'urlato per comunicare qualcosa di molto intimo. L'importanza dei suoi temi sfiora il confine narrativo per liberare uno spirito da guerriera

You May Also Like